Vai ai contenuti

ApARTe°21 – Marzo 2012

ApARTe°21 è quasi un numero monografico sulla fotografia. In copertina compare una foto strappata
di Catone Ramello al quale viene anche dedicato un omaggio da Italo Zannier. Si prosegue con le foto marocchine dell’osservatore e reporter triestino Elio Germani presentate da Massimo Tosello, poi Pino Bertelli scrive sulla bellezza dell’utopia di Vernon Richards.
Continua il proficuo rapporto di ApARTe° con il canto della tradizione popolare italiana. Dopo la pubblicazione di alcuni cd e le interviste a Margot e a Giuseppina Casarin si prosegue con una conversazione, "il canto", tra Pasquale Grella e Giovanna Marini.
Felip Equy scrive di uno dei più conosciuti caricaturisti della belle époque, Gustave Henri Jossot e Eugen Galasso ci presenta un genio sconosciuto, l’attore-autore colombiano El Nigro Palomino.
Le ultime pagine sono dedicate alle recensioni di libri ("Case del Popolo", di A.Ciampi e S. Mechi; "les Cuisiniers Dangereux", di R. De Michele & altri Autori; "Anni sessanta, i campeggi del Chianti", a cura di A. Ciampi); di un DVD ("Cafiero, un documentario" di E. Aldoni e M. Lunardelli)e di una rivista di fotografia ("Fuoritema" , collettivo di fotografe e fotografi). In quarta di copertina un disegno inedito, "Malatesta", di e in ricordo del grafico anarchico Ferro Piludu.
Allegati al numero un libretto, "les Cuisiniers Dangereux: lo spettacolo", di R. De Michele e quattro pagine che raccolgono una parte di uno scritto su Martino Oberto scritto da Adriano Accattino dl titolo "Anartattack: un libertario in arte".
La parte musicale è un CD, "le Déserteur", ultimo lavoro dei Grimoon che è un progetto musicale e video che da anni vivacizza il mondo della cultura underground non solo europea.

Torna ai contenuti