Vai ai contenuti

ApARTe° 3,25 – Aprile 2014

La copertina ci consegna la foto notturna di un vecchio negozio, "King Bomba", di generi alimentari aperto, nel 1909, a Londra dall’anarchico Emidio Recchioni. Con la vendita dei maccheroni Emidio finanziava la stampa anarchica e chi intendeva cavare Benito Mussolini dall’elenco dei viventi. Ancora sul cibo e sul bere ne scrive Diego Rosa, "Adesso che siete uomini potete bere …", e vengono poi presentate diverse esperienze di Aziende Agricole; produttori di caffè, "Caffè Malatesta"; un panificio a Parigi, "La conquète du Pain"; la Comune Urupia nel Salento. Alberto Ciampi incontra Giacomo Tachis, "Vite e vino".
Di situazionismo scrive Gianfranco Marelli e Francesco Porzio, in "SFRATTO! ovvero manifesto per un’arte futura", esprime considerazioni e valutazioni sensate sul perché una normalissima scatoletta di detersivo può arrivare a costare 620mila dollari. Seguono le pagine di "In corso d’opera".
Il cd, "Resistere, cantate di lotta e di resistenza", è dei Berretto Frigio, ce li presenta Marco Pandin.
In quarta di copertina la narrazione di Paola Brolati con il nostro Direttore Responsabile Claudio Jaccarino, "Basta cambiare lo sguardo". Si discute di percorsi a piedi tra pianure e montagne di marmo e su fogli da acquerellare perché sono tutti paesaggi da attraversare e, quando si cambia lo sguardo, cambia sempre qualcosa.

Torna ai contenuti