Vai ai contenuti

ApARTe° 7,29

Un nuero con più pagine. In copertina la riproduzione del libro "Morte accidentale di un anarchico" di Dario Fo e Cesare Bermani che intervista, ancora su quell'argomento, Dario Fo. Diego Rosa pubblica il primo dei suoi tre interventi, "l'Uomo di Alba", sulla vita e sulla storia artistica di Pinot Gallizio. Ancora di Diego "Following a bird" su Ezio Bosso. Franco Buncuga interviene sul progetto utopico "Post-New Babylon ed il futuro del passato" di Constant Nieuwenhuys e ricorda, assieme al critico d'arte Dino Marangon, la figura artistica e politica di Agostino Perrini. Un lungo intervento dell'attrice Paola Brolati sulla decima musa: il Kabarett dagli inizi del '900. Rino De michele dètourna in chiave situazionista un fumetto di SF, "Seed of Jupiter" e sul situazionismo scrive Gianfranco Marelli. Il testo di una performance di Pietro Ferrua, "ode all'anarchia", anticipa le vicissitudini politico-artistiche del Movimento razionalista in Svizzera: "ANTIcolonialismo /ANTImilitarismo" avviato a Ginevra nell'ottobre del 1911. Un ricordo di Gianni Sartori dell'attore anticonformista Mark Freccette, giovane tenente nel film"Uomini contro" e protagonista in "Zabriskie Point". Allegati al numero un libretto di Franco Buncuga "L'arte nel I secolo dopo Dopo Christo; una cartolina curata da Alberto Ciampi in ricordo del compagno Sergio Mecchi; il paper toys, Woody Guthrie, da ritagliare e piegare proposto da Woodstoc teatro di Venezia.



Torna ai contenuti