Vai ai contenuti

ApARTe° 10,32

video-link:

Daisy Lumini Beppe Chierici
I canti dei menestrelli


  

Questo numero è l'ultimo, dopo diciotto anni, elaborato nel veneziano da parte di chi l'ha ideato, ne ha impostato la grafica e garantito l'identità. Dal numero successivo elementi della redazione bresciana si occuperanno del coordinamento editoriale e dell'impostazione grafica. Il CD che trovate è "Trovatori, Trovieri e  Minnesänger", con le canzoni di uno spettacolo teatrale che Daisy Lumini e Beppe Chierici portavano in giro per l'Italia nei primi anni '70 del secolo scorso. Canzoni d'amore confidente o disperato, colte o intrise di genuina allegria popolare, schermaglie cortesi di trovatori girovaghi e musici di corte vissuti tra il XII e il XIII secolo. Ancora inerente al conto come protesta civile un interessante articolo di Gianni Sartori su di una band turca, Grup Yorum, i cui componenti sono attualmente in carcere. Un lungo articolo di Pino Bertelli descrive la figura di un regista scomparso di recente, "Sul cinema anarchico di Fernando Birri".Le quattro pagine centrali sono occupate da alcune tavole di un lavoro più vasto su Franz Kafka del grafico siciliano Guglielmo Manenti, "La metamorfosi: note a margine su Kafka, Buchner e Majakovskij". Franco Buncuga scrive "A proposito di Luca Vitone" e di una mostra antologica a lui dedicata al PAC di Milano. Curioso e interessante quanto scrive Leonar Schaefer su di un personaggio conosciutissimo e misterioso, "Il misterioso B. Traven" alias Ret Magut, alias Bruno Marhut, alias Hal Croves, alias Otto Feige, ...Abbondante il materiale di "In Corso d'Opera" con recensioni del nuovo libro a fumetti di Fabio Santin e Paola Brolati "Campo 97 anarchici e slavi internati a Renicci nel 1943"; sul CD "Bella una serpe con le spoglie d'oro" omaggio di Marco Rovelli alla grande e indimenticata Caterina Bueno. Si prosegue con un "Omaggio alla frutta liberata" di Andrea Chiarantini".
Torna ai contenuti