Vai ai contenuti

ApARTe°5 – Dicembre 2001

In copertina "Escaleras del barrio Gòtico de Barcelona" fotomontaggio surrealista di Kati Horna da "Fotografia de la Guera Civil Espanola" ed, all’interno, un eccezionale e raro CD, "The Competition of Misery" di Eugene Chadbourne editato da Stella Nera di Marco Pandin; Pino Bertelli scrive della fotografa Dotothea Lange; poi degli interventi, in merito alla prima biennale arte&anarchia2001 che si è svolta a Bologna dal 14 al 16 settembre, di Donella Di Marzio, Adriano Accattino, Rino De Michele e Toni Ferro. Fiamma Chessa, in "Art ou anarchie", ci presenta qualche aspetto inedito dei percorsi di Serge Senninger ed Alberto Ciampi, in "Liberi coatti in punta di matita: Felice Vezzani", descrive la vita di un giornalista, vignettista, grafico anarchico. In Corso d’Opera "La cacca non è merda e questa è la verità" un reportage su due libri, un premio ed un giornale; "I tre racconti sulla parola" di Paolo Facchi; di Alberto Ciampi "La paglia da cappello di Val di Pesa"; uno spettacolo teatrale, "SHOTA donne serbe, albanesi, bosniache, rom: strategia di resistenze quotidiane" uno studio in più quadri per figura femminile di e con Soledad Nicolazzi; "lavori in corso" a Bari, alla taverna HO-LA-LA di Napoli, a Bologna al Museo Bargellini, a Catania alla Fondazione M. Montalbano, ancora a Napoli al Museo Possibile; il progetto libertario "Flores Magòn" e l’arte del riciclare di Maria Mesch. Carmine Mangone presenta il poeta impossibile Benjamin Pèret; Eugenio Gianni presenta il progetto DEA di Rosanna Boraso; per le "edizioni pulcino-elefante" Federico Sardella ne scrive un breve trattato e ci avverte della chiusura della mostra "DEMOLIZIONI" all’ex Breda di Cadoneghe-PD.
Allegati il numero 6 ed il numero 7 de "il martello" e il foglio il "MARCHESINO" a cura di Alberto Ciampi con una riedizione straordinaria del foglio storico del 1913 in occasione della "prima biennale arte&anarchia2001".
In quarta di copertina un montaggio di immagini riprese dall’obbiettivo di Pino Bertelli sempre alla "prima biennale arte&anarchia2001" a Bologna.

Torna ai contenuti